Il Nautilus del 40° anniversario?

Nuovo Nautilus patek

Il 2016 si avvicina. Ed è Tempo di anniversari.
I 10 anni dalle olimpiadi di Torino e di quando Cannavaro sollevava la coppa all’Olympian Stadion di Berlino. Saranno anche i 30 anni dal disastro di Chernobyl.
Ma per un appassionato di Patek Philippe il 2016 sarà soprattutto il 40esimo anniversario dall’esordio del Nautilus.
40 anni incominciano a diventare una maturità importante per un orologio. Eppure continua ad avere un fascino tremendo. Lineamenti che sembrano non venire minimamente scalfiti dal passare del tempo. Se venisse presentato oggi il 3700 avrebbe comunque la capacità di stupire ed avere un design moderno.

Per una celebrazione così sappiamo che PP ha pianificato qualcosa di grande, magari da segnare nei libri di orologeria.
Vuoi sapere la nostra? Si lo so. Sei curioso.

Non abbiamo notizie certe, possiamo solo fare supposizioni.
Anzi facciamole insieme partendo dalla storia.

A partire dalla fine degli anni ’90  Patek ha incominciato a realizzare una serie di Versioni complicate del Nautilus che hanno scandito nel tempo l’evoluzione del 3700. 

Ref. 3710

patek-philippe 3710
Patek Nautilus 3710

Il 3710 è stato introdotto nel 1998 ed è il primo Nautilus con una prima piccola “complicazione”: realizzato esclusivamente in acciaio con indicazione della riserva di carica composta da una piccola sfera posta all’interno di un quadratino ausiliario in riferimento delle ore 11-12

Ref. 3712

Patek-Philippe-3712
Il patek Nautilus 3712


Trascorrono alcuni anni di silenzio e nel 2005 
viene presentato a Baselworld il 3712  con indicazione riserva di carica, e due nuove complicazioni: calendario a lancetta e fasi lunari. 

Ref. 5712

Nel 2006 PP presenta subito l’evoluzione del 3712: il 5712.
Caratterizzato sempre da Fasi lunari, data a lancetta e indicazione di riserva di carica
rispetto al predecessore vengono sistemati alcuni dettagli  (ad esempio i numeri del calendario in basso  dall’ 11 al 21 sono rovesciati per una migliore lettura).

patek philippe 5712
Il Patek Nautilus 5712

Ref. 5980

Quello stesso anno però il più atteso tra i modelli della nuova collezione Nautilus  è il 5980,  il primo cronografo moderno in acciaio di Patek Philippe. Con una cassa di ben 44 millimetri di larghezza monta il più recente calibro cronografico automatico messo a punto dalla Manifattura ginevrina

patek philippe 5980
Il Patek Nautilus 5980

Ref. 5726

Nel 2010 viene presentato il 5726, il primo modello con calendario annuale con un quadrante da 40,5 mm ed uno spessore di 5,78 mm che lo rendono un Nautilus complicato dal quadrante fine .

patek Philippe 5726
Il Patek Nautilus 5726

5990

Nel  2014 a Baselworld viene mostrato per la prima volta il 5990 dualtime con tutta una serie di complicazioni

– Un Cronografo con contatore 60 minuti
–  Un Meccanismo per indicare le ore di due fusi orari, l’ora locale e l’ora “di casa”
– L’ indicazione giorno/notte locale et “di casa” a finestrella
– La Data locale a lancetta

Un orologio forse troppo complesso ed esteticamente impegnativo ( per essere un PP ) che ha non ha riscosso un grande successo di mercato.

patek philippe 5990

 

E per il 2016? cosa ci aspettiamo?
Non rimangono troppe alternative come complicazioni da inserire.
Noi una certa idea ce la siamo fatta. Ed è particolarmente suggestiva.

Già, perché porterebbe la nuova referenza del Nautilus a quadruplicare il suo prezzo.

Si tratta di una complicazione con calendario perpetuo.
Ti ripeto, non abbiamo certezze e probabilmente ci sbagliamo. Ma è anche vero che negli anni Patek Philippe ha dimostrato di seguire un filo logico, uno schema che per chi la segue da tempo è diventato più decriptabile.

E tu? quale pensi che sarà il prossimo Nautilus? Commenta qui sotto, mi fa piacere la tua opinione

2016 anniversario patek philippe

 

Commenti

  1. paolo pisini dice

    Vorrei fare innanzitutto i miei complimenti per il blog che per un appassionato di patek come me è un vero punto di riferimento. Secondo me per i 40 anni del nautilus non c’è da aspettarsi novità eclatanti io personalmente farei una riedizione del primo Nautilus con cassa monoblocco e soprattutto senza lancetta dei secondi.Vedo poco probabile un perpetuale perché la cassa sportiva del nautilus poco si addice a quella complicazione. Di nuovo complimenti per il blog è Buon Natale a tutti!

    • patekmas dice

      Grazie mille Paolo. Continua a seguirci!
      Interessante anche il tuo spunto su di un ritorno alle “vere origini” del Nautilus dopo che il 5711 ha fatto così tanto discutere di sè.
      A Baselworld 2016 non manca molto, vedremo cosa succederà.
      Grazie per gli auguri, altrettanto!

    • patekmas dice

      Noi vediamo più qualcosa sul 5711. Ma chissà Gigi.
      Una fonte ci ha fatto capire che probabilmente le novità non le vedremo per Baselworld ma verso Settembre..
      Quindi mi sa che dovremo aspettare ancora un po’!

  2. brando dice

    posseggo un 5980 e sto per prendere un 5712 accaio..anche se sono molto combattuto sulla versione in oro rosa e pelle….qualche consiglio??secondo voi poi sarà a breve la fine produzione 5712?

    • patekmas dice

      Ciao Brando, ufficialmente non c’è nulla però fonti certe ci hanno detto che la Patek ha chiesto ad alcuni concessionari di non fare più ordini di 5712 per il 2016.
      Qualcosa lascia presagire la fine della produzione per quest’anno.
      Quindi il 5712 è bbuon acquisto 😉

  3. Gianpiero dice

    Complimenti per la splendida rubrica!
    Pensate forse che l’attuale 5711 esca di produzione nell’anno?

    Se cosi’ fosse non converrebbe comperarlo ora (sopratutto alla luce dei prezzi e della difficilta’ nel reperirlo) o sbaglio? Mi affido ai vostri pareri da esperti della materia.

    Ciao e Grazie

  4. Brando dice

    Tornando al discorso ..possedendo già un 5980 acciaio,ho preso un 5712 oro rosa..doppia sigillatura…sto per prendere sempre con doppia sigillatura..un altro 5712 acciaio ..che ne dite?..lo toglieranno?..secondo voi prezzo indicativo??grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *